martedì 11 agosto 2020

KAMISHIBAI storie itineranti



Kamishibai storie itineranti.

Un titolo per un nuovo progetto.

In collaborazione con Francesca Reinero e il suo Zoographico.

E con alcuni musicisti.


Si scrivono o si riscrivono storie.

Si illustrano. Si crea una partitura musicale.

Non c'è un prima ed un dopo.

C'è una commistione di linguaggi che lavorano in relazione. 

Il Kamishibai è un teatro d'immagine d'origine giapponese utilizzato dai cantastorie.



Primo appuntamento: Rifugio La Gardetta.
Alla confluenza tra le tre valli Maira Stura e Grana.
sabato 22 agosto 2020 ore 18.00

ispirato ad un racconto di Rafael Sánchez Ferlosio
scrittore saggista linguista spagnolo


riscrittura libera di Elisa Dani
immagini di Francesca Reinero
le musiche sono di Maurizio Baudino

Senza la perseveranza non si va mai da nesuna parte.
Come in tutte in cose della vita.
O come quando si dà la caccia a qualcosa. A qualcuno.
Presto o tardi lo si bracca. E la storia finisce. Come?
Una storia in cui si mescolano sentimenti bradi ed indomabili
a pregiudizi culturali. Selvaticità a civilità.
Una storia di presunta crudeltà.
Quella di una lupa e dei suoi aguzzini.
Il lupo bollato senza appello e senza colpa come malvagio.
Forse proprio per essere indisponibile alla cattività.
Alla doma. Alla servitù.

Questo è un evento di teatro kamishibai.

ingresso libero 

per pubblico adulto e bambini dai 6/7 anni di età